Caso

Il riutilizzo dell'acqua trasforma le acque reflue in risorse nell'impianto di trattamento superficiale

We get our water from the underground just like anyone else in town. By recycling this instead of taking in new water, we save water for the community.

Anders Lund Hansen, Senior Manufacturing Director at Grundfos in Denmark

La situazione

In un angolo della fabbrica tentacolare di Grundfos a Bjerringbro, in Danimarca, accade qualcosa di quasi magico.

Tra una moltitudine di carrelli elevatori e pallet, i lavoratori appendono parti metalliche lucide su griglie. Le basi delle pompe sospese, gli sgabelli del motore, le flange e gli altri componenti si spostano in una macchina gigantesca che li immette successivamente in una serie di bagni chimici o ad acqua per il trattamento delle superfici e il risciacquo. Si procede verso un bagno che ricopre elettrostaticamente i componenti di uno strato di vernice. Questa è chiamata elettrodeposizione catodica (CED) o cataforesi. Il processo protegge gli oggetti dalla ruggine e dona loro una buona finitura. Da lì, entrano nell'essiccatore ad aria calda, quindi escono di nuovo dal sistema. Gli operai, quindi, li rimuovono dai ganci e li caricano in pallet per il trasporto ad altre parti della fabbrica.

I bagni d'acqua impiegano circa 5,000 metri cubici (m3) di acqua per risciacquare quasi 8 milioni di componenti all'anno. "Questo è il processo nella nostra fabbrica di Bjerringbro che consuma più acqua," afferma Anders Lund Hansen, Senior Manufacturing Director presso Grundfos, Danimarca.

"Il processo CED ha un impatto sull'ambiente e questo ci preoccupa moltissimo. Grundfos ha un programma di sostenibilità che mira a ridurre il consumo idrico del 50% entro il 2025.

"Grundfos si trova a Bjerringbro, una cittadina di circa 8,000 abitanti nella provincia danese. "Otteniamo l'acqua dal sottosuolo, proprio come chiunque altro in città. Usiamo dalla stessa fonte che il signore di Bjerringbro utilizza per fare la doccia o bere a casa. Se riusciamo a riciclare l'acqua CED invece di prenderne di nuova, risparmieremo l'acqua per la comunità, per le persone che vivono qui. "

Newly die-cast components will soon be taken through the Grundfos CED surface-treatment system.

La soluzione

In precedenza, Grundfos inviava l'acqua di processo CED sporca a un centro di pretrattamento in loco. Qui, ha subito un filtraggio di base e un pretrattamento, per poi passare all'impianto di trattamento delle acque reflue municipali.

Questo è dove Grundfos ha visto il potenziale per costruire un sistema completo di trattamento e riciclo delle acque di scarico per l'acqua di risciacquo CED.

"Abbiamo messo insieme un team di specialisti che conoscono i prodotti, le problematiche ambientali, il dosaggio chimico e i processi produttivi," afferma Anders. "Insieme hanno costruito tutto questo e lo hanno reso possibile utilizzando alcune delle più recenti tecnologie di trattamento delle acque pulite e delle acque reflue."

Il trattamento delle acque reflue CED è fondamentalmente un sistema che invia l'acqua attraverso un sistema a tre filtri, per poi passare all'unità di osmosi inversa Grundfos BM. Infine, l'acqua purificata viene restituita ai serbatoi CED in fabbrica.

Racks of newly die-cast components rise from the first rinsing pool in the CED surface treatment system in the Grundfos factory in Bjerringbro.

Il circuito dell'acqua chiuso

L'impianto tratta 5,000 m3 di acqua all'anno - la quantità usata ogni anno da 100 abitazioni danesi, o ciò che può riempire due piscine olimpioniche. Ricicla l'80% dell'acqua di processo ai bagni di trattamento, in quanto il restante 20% è costituito da materiale solido o utilizzato per il flussaggio dei filtri. Per il primo anno, questo circuito chiuso ha funzionato con solo la metà della capacità, quindi alla fine tratterà 10,000 m3 di acqua all'anno.

Anders Lund Hansen afferma che la motivazione alla base di questo sistema non era finanziaria. "Il punto non era quello di creare un buon business case," dice. "Non era questo il problema. La motivazione era la sostenibilità - l'ambizione di ridurre il consumo idrico.

We chose to recycle water at the Bjerringbro factory to exemplify what can be done, and that you can make a difference even when you have a small- or medium-sized production unit.

Karen Touborg, Senior Director of Group Environment, Health and Safety

"Inoltre Grundfos aiuta a capire come i nostri prodotti contribuiscano all'agenda sostenibile. Questo può essere considerato un piccolo laboratorio. Un centro di ricerca dove possiamo estrarre molto apprendimento dai nostri prodotti. Come possono contribuire ulteriormente all'agenda dell'acqua e dell'energia?

This system treats the wastewater from the Grundfos CED surface-treatment application with a series of filters and reverse osmosis. It then sends the cleaned water back to the CED unit for reuse.

Acque reflue come risorsa

Il direttore senior del gruppo Ambiente, salute e sicurezza, Karen Touborg, afferma che relativamente ad altri tipi di industrie, Grundfos non utilizza molta acqua. "Ma come ogni altro impianto industriale, le attività di Grundfos lasciano un impatto ambientale. Abbiamo scelto di riciclare l'acqua presso lo stabilimento di Bjerringbro per illustrare ciò che può essere fatto e che si può fare la differenza anche quando si dispone di un'unità di produzione di piccole o medie dimensioni. "

Karen Touborg aggiunge che questo progetto fa parte di un quadro più ampio nel lavorare con le sfide ambientali di oggi, che richiedono che agiamo in modo diverso con risorse come l'acqua. "Non vediamo l'acqua usata come acqua di scarico. La vediamo come una risorsa che può essere riutilizzata quando trattata e può essere riportata alla produzione.

"Perché non abbiamo sprechi, ma solo risorse."