Pressione dell’acqua ottimale

Pressione dell’acqua ottimale

Scopri come ottenere una pressione dell’acqua ottimale e come migliorare il comfort per gli utilizzatori finali.

In questo video, vedremo nel dettaglio in che modo una pressione idrica scarsa o instabile può causare problemi agli utenti, perché si verifica questo fenomeno e come la pompa booster SCALA2 può rimediare.

La pressione dell'acqua bassa o instabile è un problema fastidioso ma comune negli edifici residenziali.

Crea problemi quando si fa la doccia dei rubinetti e determina fastidiosi sbalzi nella temperatura dell'acqua.

Le cause principali di una pressione idrica instabile sono due: le variazioni della pressione in ingresso e il numero di rubinetti aperti niziamo dalla pressione in ingresso.

Nel corso della giornata, la pressione idrica nella rete di distribuzione pubblica varia a seconda del consumo di acqua nell'intera rete.

Al mattino e alla sera, quando molte persone sono a casa e fanno la doccia, puliscono o cucinano, la pressione dell'acqua è bassa.

Durante il giorno, invece, quando sono fuori, la pressione dell'acqua aumenta.

Questa variazione si percepisce direttamente nei rubinetti e nelle docce. La seconda causa dell'instabilità della pressione idrica è l'apertura contemporanea di più rubinetti.

In un tipico impianto idrico residenziale, ogni volta che si apre un rubinetto, che sia quello della doccia, la lavatrice o l'impianto di irrigazione, la pressione dell'acqua diminuisce.

Questo fenomeno si avverte come una rapida variazione della quantità di acqua che esce dai rubinetti o della temperatura, che rischia di passare da calda a ghiacciata in un istante.

SCALA2 è dotata di un sistema di controllo intelligente che consente alla pompa booster di tenere conto sia della pressione in ingresso, sia del numero di rubinetti aperti per garantire una pressione idrica ideale in tutto l'impianto.

Vediamo come funziona.

SCALA2 è dotata di un sensore integrato che misura la pressione dell'acqua che la pompa invia al rubinetto, ad esempio quello della doccia. Il sensore invia quindi un segnale al sistema di controllo della pompa, che mette a confronto la pressione idrica misurata e quella desiderata, ovvero la pressione impostata in base alle esigenze dei proprietari.

Se questi due valori differiscono, il sistema di controllo della pompa invia un segnale al variatore di frequenza per aumentare o ridurre la velocità della pompa e di conseguenza la pressione nell'impianto.

Anche se l'operazione sembra complessa, il tutto avviene così in fretta che l'utente non avverte alcuno sbalzo di pressione.

Grazie a questo sistema, gli installatori possono configurare l'impianto in modo semplice e veloce.

Basta impostare la pressione desiderata usando il pannello di controllo e verificare la pressione idrica del rubinetto più lontano dalla pompa, preferibilmente quello di una doccia, poiché è nella doccia che si sente di più se la pressione è scarsa.

Se la pressione idrica è corretta qui, allora lo sarà anche in tutti gli altri rubinetti, anche se la pressione in ingresso varia o si aprono più rubinetti contemporaneamente.