Le cinque fasi della messa in servizio

Le cinque fasi della messa in servizio

Scopri come una messa in servizio meticolosa assicuri un funzionamento affidabile e aumenti l’efficienza degli impianti di dissalazione

Le pompe svolgono un ruolo importante in tutte le fasi del processo di dissalazione - dal prelievo al trattamento e dall’osmosi inversa alla distribuzione. Per assicurare un funzionamento efficiente e affidabile dal primo giorno, è indispensabile effettuare una messa in servizio meticolosa prima dell’avvio della produzione.

Lo scopo principale della messa in servizio è assicurarsi che tutte le pompe siano correttamente installate, allineate e adeguatamente protette. Secondo la nostra esperienza, tuttavia, il modo migliore per effettuare la messa in servizio è concentrarsi su tutto l’impianto, non solo le pompe.

Diamo uno sguardo a come sia possibile conseguire questo obiettivo implementando 5 passi complessivi: Controllo di sicurezza, controllo dell’installazione, prova di funzionamento, calibrazione e consegna.

Un controllo di sicurezza assicura che tutte le precauzioni necessarie per proteggere gli operatori e le attrezzature siano state prese.

Il tecnico responsabile verifica l’eventuale presenza di gravi errori di installazione, per esempio nei collegamenti elettrici, e si assicura che tutte le normative internazionali e locali di sicurezza siano state rispettate. Se le misure di sicurezza sono a norma, il passo successivo è un esame approfondito degli aspetti meccanici ed elettrici dell’impianto.

In primo luogo, tuttavia, le caratteristiche del fluido pompato e delle condizioni ambientali devono essere verificate. Queste informazioni sono fondamentali per assicurare che l’impianto funzioni come previsto, per calibrare il sistema e per controllare i dispositivi che proteggono le pompe.

Il controllo meccanico include anche la verifica dell’installazione e dell’allineamento delle pompe, verificando che tutti i fissaggi e le viti siano correttamente serrati e che tutte le tubazioni siano installate secondo le raccomandazioni.
 
Altri aspetti importanti includono il controllo del corretto montaggio delle prese d’aria a monte e a valle delle membrane per l’osmosi inversa, per sfiatare e adescare il sistema. È inoltre importante controllare che i manometri, i flussometri e i sensori forniscano le informazioni necessarie per il bilanciamento del sistema.

Durante il controllo elettrico, è necessario assicurarsi che i cavi di alimentazione e dell’alimentatore siano conformi ai dati di targa e che il sistema di messa a terra sia sicuro per i dispositivi elettronici, per esempio i variatori di frequenza. È infine essenziale che tutti i segnali e le configurazioni digitali e analogici per l’automazione o il controllo remoto funzionino come previsto. Questo include la selezione dei vari punti di lavoro, l’avvio/arresto remoto, i segnali di avviso o di allarme, e così via.

Se tutti gli impianti elettrici e meccanici sono stati installati correttamente, è il momento di avviare il sistema e testare le sue prestazioni. Questo deve essere fatto in base alla documentazione fornita con le pompe.

Una volta che l’impianto è in funzione, è necessario effettuare una misurazione completa dell’acqua grezza, dell’acqua di produzione e della salamoia. Parametri importanti includono la portata, la pressione, la temperatura, il pH e la conduttività.

Confrontando questi dati con i valori ottenuti nella fase di progettazione è possibile calibrare e bilanciare l’impianto.
Se l’impianto è dotato di un dispositivo di recupero energetico, questo deve essere un’area di focus importante, a causa del grande potenziale di risparmio energetico.

In questa fase della messa in servizio, è anche essenziale verificare la regolazione delle pompe dosatrici utilizzate per il trattamento chimico. Questo assicurerà che l’acqua venga opportunamente trattata prima che raggiunga le membrane di osmosi inversa e che l’acqua di processo pulita abbia la corretta composizione chimica. Inoltre, pompe dosatrici correttamente calibrate consentiranno di ridurre al minimo l’uso di costosi prodotti chimici.

Dopo una corretta calibrazione, è importante accertarsi che l’impianto funzioni esattamente come previsto in fase di progettazione e di selezione.

Per concludere, la procedura di lavaggio deve essere testata. Un corretto lavaggio previene una corrosione precoce e aumenta l’affidabilità dell’impianto.

L’impianto è ora pronto per essere utilizzato. È fondamentale fornire all’operatore, quotidianamente, tutte le informazioni e le istruzioni di cui necessita per far funzionare l’impianto in modo efficiente, incluso le raccomandazioni sulla manutenzione, le istruzioni sul lavaggio e la corretta procedura di avvio e arresto del sistema. Una consegna corretta dopo la messa in servizio assicurerà un funzionamento affidabile ed efficiente per anni.