Corso introduttivo sul riutilizzo dell’acqua industriale e sulle ragioni per passare al riutilizzo idrico nei processi industriali.

Corso introduttivo sul riutilizzo dell’acqua industriale e sulle ragioni per passare al riutilizzo idrico nei processi industriali.

Scoprite le diverse aree di applicazione del trattamento delle acque industriali e i motivi per cui molte aziende stanno adottando sistemi di riutilizzo idrico per i loro processi.

I sistemi di riutilizzo dell’acqua industriale aumentano l’acqua disponibile a livello globale, poiché il settore industriale usa molta acqua.

Questo modulo illustrerà le diverse aree di applicazione del trattamento delle acque industriali e i motivi per cui molte aziende stanno adottando sistemi di riutilizzo idrico per i loro processi.

Il riutilizzo idrico è allineato all’obiettivo numero 6 dell’Agenda di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, relativo al trattamento dell’acqua in generale e a quello industriale in particolare.

Lo scopo dell’obiettivo 6 è garantire che acqua e servizi sanitari siano disponibili per tutti e gestiti in modo sostenibile; Grundfos sostiene attivamente questa battaglia.

Il settore industriale ha molte ragioni per adottare sistemi di riutilizzo dell’acqua; le principali sono:

Scarsità idrica e progressiva riduzione dell’acqua pulita disponibile, sottolineata nell’obiettivo 6 delle Nazioni Unite

Riduzione dei costi dovuti a consumo idrico e spesa per le acque reflue, consumo energetico e uso di sostanze chimiche, oltre alla possibilità di estrarre composti utili dall’acqua contaminata

Requisiti normativi sempre più severi sia per l’acqua potabile, sia per quella non potabile

Fattori tecnologici creati dai cambiamenti demografici, dall’aumento degli agenti inquinanti e dalla necessità di nuovi mezzi di contenimento come le soluzioni alternative per la gestione delle microplastiche

Molte industrie hanno, tuttavia, un atteggiamento conservatore: spesso temono che le tecnologie utilizzate non siano valide e hanno bisogno di una soluzione su misura. Anche l’eventuale carenza normativa nel loro settore può renderle esitanti.

Riflettendo, tuttavia, diventano evidenti i motivi per passare al riutilizzo idrico e i convincenti vantaggi che ne derivano.

Iniziamo esaminando le categorie di acqua più comuni presenti nel settore industriale. In uno stabilimento, l’acqua è ovunque e viene ampiamente usata come acqua di processo, di raffreddamento, per la pulizia, ecc. L’utilizzo ne provoca la contaminazione e determina l’esigenza di pulirla e trattarla.

Esistono quattro aree di applicazione del trattamento delle acque industriali: le acque reflue concentrate e industriali, l’acqua marina e l’acqua pulita per uso industriale.

Grundfos rifornisce tutte e quattro queste aree, ma questo modulo è incentrato sulle acque reflue concentrate e industriali.

In una fabbrica, si ha dapprima il punto di prelievo idrico. Si può quindi usare l’acqua così com’è o trattarla per renderla adatta a usi e scopi successivi. Qui vediamo l’acqua che viene immessa nel processo industriale.

Dopo essere stata trattata e usata, per esempio come acqua di processo o per la pulizia, la qualità dell’acqua è cambiata e non è possibile reimmetterla nell’ambiente. Occorre quindi sottoporla a un trattamento biologico, fisico o chimico.

A seconda delle caratteristiche delle acque reflue, per pulirle sono necessarie azioni diverse. In generale, il trattamento biologico, la rimozione di particelle e ioni (rispettivamente mediante ultrafiltrazione o osmosi inversa) e il condizionamento sono i trattamenti più comuni.

Ricapitoliamo i punti toccati in questo modulo:
- Nei processi industriali i consumi idrici più elevati sono relativi ad acqua di processo, di raffreddamento e per la pulizia
- Ci sono molti motivi che spingono a trattare e riutilizzare l’acqua, come la scarsità idrica, i costi, i requisiti normativi e la disponibilità di nuove tecnologie
- Per quanto concerne il trattamento idrico industriale, ci concentreremo sulle aree di applicazione del riutilizzo di acque reflue concentrate e industriali