Come ottimizzare i consumi energetici di una torre di raffreddamento

Come ottimizzare i consumi energetici di una torre di raffreddamento

Scoprite come ottimizzare in modo semplice i consumi energetici di una torre di raffreddamento e quale impatto può avere questa operazione sull’intero impianto.

È importante che le torri di raffreddamento, che vengono utilizzate ogni giorno, funzionino in modo ottimale per massimizzare il risparmio energetico. Questo modulo spiegherà come ottimizzare i consumi energetici di una torre di raffreddamento e analizzerà l’impatto dell’ottimizzazione sull’intero impianto.

Nelle torri di raffreddamento convenzionali, la pompa viene installata durante la realizzazione della torre. Molto spesso, la pompa funziona a velocità costante, ovvero non è possibile regolarne il funzionamento.

La pompa funziona semplicemente tutto il tempo a pieno regime, anche quando non è necessario.

Con  Grundfos iSOLUTIONS, la pompa può controllare la torre di raffreddamento, una funzione che consente di ottimizzare i consumi energetici dell’intero impianto. Vediamo da vicino come funziona.

Innanzitutto, le soluzioni Grundfos per le pompe si possono installare a posteriori. Poiché tutte le funzioni necessarie sono già integrate nella pompa, il sistema funziona bene sia negli impianti esistenti, sia in quelli nuovi.

In una torre di raffreddamento, si sceglie in genere una pompa Grundfos monostadio NB/NK con flusso elevato e pressione ridotta.

Dato che le torri di raffreddamento prevedono, in genere, un controllo della temperatura, occorrerà mantenere la temperatura ottimale per il funzionamento dell’impianto per non correre il rischio di surriscaldamenti che possono danneggiarlo.

Per quanto riguarda l’ottimizzazione dal punto di vista energetico, esaminiamo due importanti parametri che contribuiscono al funzionamento ottimale della pompa e della torre. Si tratta della regolazione della velocità e della funzione di avvio/arresto.

Regolando la velocità della pompa e della ventola della torre è possibile usare l’impianto a pieno regime nei periodi di picco e ridurre la velocità nei momenti più tranquilli. Questo è il miglior modo per risparmiare energia rispetto alle normali pompe a velocità costante.

La funzione di avvio/arresto è attivata dal motore MGE della pompa, dotato di un convertitore di frequenza integrato. Con il convertitore si può avviare e arrestare la ventola a proprio piacimento, riducendo non solo il consumo energetico ma anche il consumo di acqua.

Anche le modalità di funzionamento consentono di ottimizzare i consumi energetici. Una pompa Grundfos collegata a una torre funziona in genere a pressione costante, la modalità più sicura in termini di funzionalità. In alcuni sistemi si può usare anche la modalità a temperatura differenziale, che consente di risparmiare ancora più energia, ma non tutti gli impianti la prevedono.

Questo è tutto per quanto riguarda l’ottimizzazione energetica delle torri. Il prossimo modulo spiegherà più dettagliatamente come collegare la pompa alla torre di raffreddamento utilizzando la app per smartphone di Grundfos: Grundfos GO.