Caso

La nuova idraulica Grundfos riduce i problemi di intasamento e contribuisce a incrementare la fiducia nel trattamento delle acque reflue

Quando il Vechtstromen, l’autorità di gestione delle acque dei Paesi Bassi, ha costruito una nuova stazione di pompaggio delle acque reflue, è stata installata una pompa SE dotata della nuova girante S-tube® semiaperta, per garantire un funzionamento affidabile.

Il Vechtstromen è l’autorità regionale di gestione delle acque nella parte orientale dei Paesi Bassi. Tale area include 23 città di dimensioni medie. La divisione responsabile della gestione e della manutenzione gestisce 106 stazioni di pompaggio e 23 impianti di trattamento delle acque reflue. Si è dovuto procedere con la demolizione di una vecchia stazione di pompaggio, che è stata sostituita con una nuova chiamata ‘Erica’.



La situazione

Le pompe per acque reflue intasate sono estremamente costose per le utilities. Oltre alle operazioni necessarie per pulire le pompe, gli intasamenti sono spesso causa di un funzionamento poco affidabile all’interno della rete fognaria e persino di straripamenti nell’ambiente circostante.

Le pompe della vecchia stazione (datate 1987) erano giunte al termine del loro ciclo di vita. Si intasavano diverse volte al mese e nelle settimane caratterizzate da forti precipitazioni ciò poteva avvenire diverse volte alla settimana, richiedendo ogni volta lo smantellamento e la pulizia. Era stata prevista una sostituzione della stazione di pompaggio per il 2018. Le nuove pompe dovevano soddisfare le richieste seguenti: garantire l’assenza di intasamenti e comportare un costo minimo del ciclo di vita per 25 anni.

Il team operativo non voleva più sprecare denaro con una tecnologia vecchia, perciò si è rivolto al team vendite di Grundfos nei Paesi Bassi per una soluzione più affidabile e duratura.

L’Operations Manager Ivo ten Brinke (a destra) mostra soddisfatto la nuova stazione di pompaggio.



La soluzione

La stazione di pompaggio ‘Erica’ rappresentava il posto e il momento perfetto per introdurre la nuova girante S-tube® semiaperta di Grundfos; una tecnologia idraulica di punta che garantisce un’affidabilità operativa e una durata elevate, una grande efficienza “wire-to-water” e un alto livello di manutenibilità.

Dopo aver studiato la situazione, preso in considerazione l’ubicazione e le caratteristiche della stazione di pompaggio, e tenendo presente la qualità dell’acqua, Grundfos ha consegnato una pompa SE dotata di girante S-tube® semiaperta per evitare problemi di intasamento come quelli tipici della vecchia stazione di pompaggio.

Le pompe SE Grundfos da 18,5 kW sono sommerse nella stazione di pompaggio.



Il risultato

La nuova stazione di pompaggio ha iniziato la propria attività nel settembre 2020 e i risultati sono stati impressionanti. Da quando sono state installate le nuove pompe Grundfos dotate di giranti S-tube® semiaperta, fino a questo momento non sono stati registrati intasamenti e non sono state quindi necessarie chiamate di assistenza non programmate. Si tratta di un risultato davvero impressionante rispetto ai tre-quattro interventi di manutenzione a settimana delle vecchie pompe.

“Al momento, le pompe SE sono state in funzione per circa 1000 ore e non è stato necessario alcun intervento” afferma Ivo ten Brinke, Senior Process Operator, Vechtstromen. “Ispezioniamo le nostre pompe una volta l’anno e se la pompa dotata della nuova girante continuerà a funzionare in questo modo, sarà molto interessante vedere lo stato di usura delle parti in quel momento.”

Le pompe funzionano con convertitori di frequenza.

Altri casi correlati

Leggete le storie dei clienti che hanno tratto beneficio da una soluzione Grundfos.

Altri articoli e approfondimenti correlati

Trova articoli correlati con ricerche e approfondimenti da Grundfos.